Iniziative musicali a Didacta – Firenze 27-29 settembre

Fiera Didacta Italia è inserita dal Miur tra gli eventi previsti dal piano pluriennale di formazione dei docenti (vedi Circolare ministeriale del 05 maggio 2017 ).

Oltre 80 eventi tra convegni, incontri, best practice delle Regioni, workshop formativi sulle nuove tecnologie e sulla didattica, dall’infanzia fino ai corsi di specializzazione e di formazione professionale a misura del mercato del lavoro.

Riconoscimento UFC (Unità Formative Certificate) ai fini della formazione obbligatoria dei docenti e possibilità di utilizzo della Carta del docente per l’acquisto di percorsi formativi con riconoscimento CFU ( Crediti Formativi Universitari).

da: http://fieradidacta.indire.it/programma/

Nel programma non sono riportati i nomi degli esperti

MERCOLEDI 27 – Didattica della musica e linguaggi digitali

16,15 – 19,15 / Argomento: L’innovazione della didattica / Modalità: Immersiva / Sala: C

Il digitale sta entrando con forza nell’insegnamento della musica a scuola, con la vasta diffusione di dispositivi mobili (smartphone e tablet) in grado di offrire una varietà di applicazioni per l’educazione musicale. Il workshop è rivolto ai docenti delle scuole secondarie di primo e di secondo grado e intende presentare gli strumenti di base per una didattica musicale da svolgersi mediante l’utilizzo delle nuove tecnologie. L’incontro ha come principale riferimento la pratica e la composizione musicale e l’acquisizione di competenze in modo informale attraverso l’utilizzo di applicazioni “cloud-based”. I partecipanti verranno direttamente coinvolti nelle attività laboratoriali.

GIOVEDI 28 – L’improvvisazione musicale nella didattica per i ragazzi

09,00 – 12,00 / Argomento: L’innovazione della didattica / Modalità: Immersiva

1. Improvvisazioni non procedurali e/o non idiomatiche nell’educazione musicale per i ragazzi. Il workshop affronterà il tema della improvvisazione nell’educazione musicale per i ragazzi. Sarà condotto in chiave interattiva con la partecipazione diretta del pubblico al quale saranno proposte attività di produzione musicale con il corpo e con la voce.

2. Metodologie dell’improvvisazione musicale fra linearità e non linearità. Il workshop affronta il rapporto fra non linearità e improvvisazione musicale grazie all’analisi e allo studio della partitura di un brano musicale che contiene segni musicali in notazione standard e grafica. Se l’uso della notazione musicale tradizionale veicola contenuti musicali fondamentalmente lineari, il segno grafico consente di aprire il campo all’improvvisazione e all’esecuzione di contenuti musicali non lineari.

Suoni d’orchestra condivisi

13,00 – 16,00 / Argomento: L’innovazione della didattica / Modalità: Immersiva

Il laboratorio intende affrontare la tematica della pratica orchestrale con i giovani, intesa come strumento privilegiato di crescita e formazione musicale. Durante il workshop verranno affrontate molte tematiche: dall’orchestra scolastica come strumento didattico, agli elementi oggettivi e soggettivi della tecnica gestuale; dalla lettura e analisi della partitura alla conoscenza analitica degli strumenti dell’orchestra fino alle diverse forme della composizione didattica: l’orchestrazione e l’elaborazione.

VENERDI 29

Musica è…

11,15 – 13,15 / Argomento: L’innovazione della didattica / Modalità: Talk

Il workshop presenterà tre progetti nazionali promossi e coordinati dal Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica in favore della promozione dell’educazione e della pratica musicale a scuola:

“Musica è scuola”
“Musica a scuola” (un’iniziativa che nasce dalla collaborazione fra il Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica e l’Indire, per la creazione di una una piattaforma web rivolta ad alunni, docenti e famiglie, con l’obiettivo di informare e condividere prassi didattiche in ambito musicale e supportare l’attività formativa degli insegnanti);
“Nessun parli”.
Coro condiviso: sonorità e qualità nell’espressione vocale

14,00 – 16,00 / Argomento: L’innovazione della didattica / Modalità: Talk

Durante il laboratorio di coralità e improvvisazione si insisterà sul significato di “qualità vocale”, sulla partecipazione del corpo e sull’uso dello spazio per abituare a una relazione dinamica e vitale con se stessi e con il gruppo. Il lavoro sarà incentrato sull’improvvisazione corale e sullo sviluppo dell’ascolto, con l’obiettivo di evocare situazioni emotive o di creare ritmi e armonizzazioni sopra cui si inseriranno canzoni o frasi melodiche, dando spazio alla capacità del gruppo, di volta in volta, di “passarsi la parola”. Il senso del lavoro è legato alla possibilità che ogni persona diventi “autore” in piena autonomia, come in uno stormo di volatili in cui ogni singolo uccello segue alcune semplici regole, come regolare la propria velocità su quella degli altri o mantenersi a distanza di sicurezza dai compagni di percorso, per creare insieme una forma che potenzi il proprio volo, con un fenomeno di auto-organizzazione interna e dinamica. Anche lo spazio sarà utilizzato in relazione a ciò che accadrà e alle necessità concrete che emergeranno.

“NIDI DI NOTE” e “NOTE ELEMENTARI”

16,15 – 18,15 / Argomento: L’innovazione della didattica / Modalità: Talk

Si tratta di progetti di promozione dell’esperienza musicale precoce nei servizi educativi, nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria che nascono dall’idea di offrire ai bambini, fin dalla più tenera età, la possibilità di avvicinarsi alla musica in modo naturale portando all’attenzione delle famiglie, delle istituzioni e delle scuole la grande importanza dell’arte e della esperienza musicale. Vi collaborano tanti musicisti e i più importanti esperti formatori a livello nazionale che hanno organizzato attività musicali pensate appositamente per i più piccoli, laboratori e occasioni di formazione rivolte a educatori, operatori e famiglie ed organizzate in modo integrato fra :

Laboratori per bambini presso nidi, scuole d’infanzia e scuole primarie;
Attività di formazione specifica per educatori insegnanti e genitori;
Concerti e spettacoli in cui artisti e promotori lavorano a titolo gratuito ed i cui proventi sono utilizzati per finanziare progetti musicali gratuiti per la prima infanzia.
Le metodologie adottate sono diverse (a cura degli esperti e formatori che vengono invitati a far parte del progetto), ma l’esperienza sul campo di molti insegnanti fa si che vengano create nuove metodologie, frutto di un lungo percorso di conoscenza e applicazione. A tutt’oggi Nidi di Note ha attivato 36 percorsi gratuiti nei nidi e nelle scuole dell’infanzia del Comune di Bologna e 20 percorsi nelle scuole elementari. Sono stati attivate inoltre 7 Master Class frequentate da educatori, insegnanti e genitori.

Le associazioni e gli artisti che hanno collaborato, sostenuto e prestato la loro opera per Nidi di note e Note elementari sono: Sonia Peana, Paolo Fresu , Vasco Rossi, Quartiere Savena, ARCI Benassi, Chialab, Squeezezoom bottega, Milena Vukotic, Ada Grifoni, Anton Berovski, Piero Salvatori, Nico Ciricugno, Bebo Ferra, Paolino Dalla Porta, Paola Turci, Elena Annovi, Stefano Bagnoli, Roberto Cipelli, Stefano Nosei, Chiara Sintoni, Paolo Somigli, Bruno Tognolini, Alessandro Sanna, Alessandro Delpiano, Beppe Chia, Licia Navarrini, Roberto Cabras, Andrea Melega, Luigi Mosso, Daniele Franchi, Pino Ninfa, Luca Devito, Gaetano Curreri, Fabrizio Foschini, Daniele Di Bonaventura, Silvia Testoni, Vito Baroncini, Gianni Grassilli, Fabrizio Dall’Oca, Giorgio Minardi, Cristian Buccioli, Marco Ghilarducci, André Casaca, Gabriella Sartini, Libero Farné, Bruno Nataloni, Ornella Vanoni, Federico Poggipollini.

Contenuti del workshop:

Presentazione del progetto dalla nascita in tutte le sue fasi
Presentazione di “Note elementari” e suoi sviluppi
Spunti pedagogici e metodologie utilizzate
Proiezione di video sulle attività
Attività e dimostrazione pratica di una unità di apprendimento laboratoriale di ascolto e di produzione sonora con l’ausilio di strumenti musicali.

Lascia un commento