Convegno “Il cervello del bambino e la musica”

L’associazione culturale e musicale Car.te.da.Musica di Comeglians propone sabato 11 giugno dalle 14.00 alle 18.30 alla Sala L’Alpina di Comeglians il convegno

“Il cervello del Bambino e la Musica”.cervello musica

Si vuole informare, dare degli spunti di riflessione e, offrire degli esempi concreti sul tema della musica per tutti e in famiglia fin dall’età prenatale, a genitori ed educatori in merito all’applicazione dei principali vettori della genitorialità: prossimità, ascoltare e parlare guardandosi negli occhi, fare musica, cantare e leggere assieme, al fine di favorire una positiva relazione padre-madre-bambino attraverso un dialogo sonoro.
Moderatore dell’incontro: Alessio Screm
Intervengono:
Giorgio Tamburlini: Lo sviluppo del cervello del bambino ed il ruolo delle esperienze precoci.
Giovanni Crichiutti: Musica in clinica?
Elena Flaugnacco: L’esperienza musicale e lo sviluppo cognitivo ed emotivo del bambino.
Simonetta Nenz: La qualità della relazione educativa come fondamento per trasmettere qualunque nozione.
Arnolfo Borsacchi: Apprendimenti musicali. Molti significati, un filo comune: la relazione.


CV dei relatori:
Alessio Screm: dottore di ricerca in Musicologia e docente di Storia della musica presso istituzioni pubbliche e private. Laureato in Culture et médiation des arts du spectacle ed in Management culturale presso l’Université François-Rabelais di Tours, ricopre incarichi di direttore artistico, critico musicale e responsabile della comunicazione nell’ambito di diverse rassegne concertistiche del Friuli Venezia Giulia. E’ firma del quotidiano Messaggero Veneto e autore della rubrica Scremature.
Giorgio Tamburlini: pediatra con un dottorato in medicina materno-infantile e in pediatria dello sviluppo, ha lavorato per buona parte della sua vita professionale al Burlo Garofolo di Trieste in cui ha svolto sia attività clinica che di ricerca e di cui è stato Direttore Scientifico dal 2004 al 2009. Ha svolto e svolge tuttora attività di consulenza per l’OMS, l’UNICEF per la salute materno-infantile e per i programmi di sviluppo precoce (Early Child Development). E’ fondatore e presidente del Centro per la Salute del Bambino, onlus che coordina tra l’altro sul piano nazionale i programmi Nati per Leggere e Nati per la Musica.
Elena Flaugnacco: neuropsicologa e psicoterapeuta, svolge attività come libera professionista e collabora con il Centro per la Salute del Bambino di Trieste come membro del Coordinamento Nazionale e del Comitato Scientifico e referente regionale del Progetto Nati per la Musica e come docente per i corsi sull’Early Child Development. Ha collaborato con la S.C. di Neuropsichiatria Infantile dell’IRCCS Burlo Garofolo di Trieste, dove ha realizzato il Progetto ReMus. Collabora con il Conservatorio di Musica di Padova e con l’Università di Pavia per il Corso di Perfezionamento in Teoria e pratica della cognizione musicale.
Giovanni Crichiutti, pediatra, lavora dal 1990 alla Clinica Pediatrica dell´Azienda Ospedaliera Universitaria di Udine, di cui ha svolto le mansioni di Direttore facente funzione per due anni fino a dicembre 2015. Si e´ occupato dell´organizzazione del Pronto Soccorso Pediatrico della Clinica ed e´ istruttore di PBLSD. E´ anche Neurologo e responsabile dell´ambulatorio neurologico della Clinica, che figura nell´ elenco dei Centri di Epilettologia Infantile riconosciuti dalla Lega Italiana Contro l´ Epilessia.
Simonetta Nenz: psicologa e psicoterapeuta, ha lavorato per 10 anni nel servizio di Neuropsichiatria Infantile dell’Usl. N.4 Alto vicentino. Attualmente è titolare dello Studio Nenz – Studi Abilità Umane di Udine che attiva e promuove percorsi individuali e in gruppo. Docente e conduttrice dei corsi per lo sviluppo delle Abilità Umane. Tra i numerosi progetti proposti nell’Alto Friuli negli ultimi anni, emerge “Maestria nell’Educazione”, un percorso per genitori ed insegnanti volto a migliorare le abilità personali nel processo educativo.
Arnolfo Borsacchi: musicista ed educatore musicale. Formatore Audiation Institute (Milano) e Direttore della formazione IEGAM (Sao Paulo – Brasile). Studia e lavora secondo i principi della Music Learning Theory di Edwin E. Gordon dal 2000, in Italia e in Brasile. Ha studiato, col Prof. Gordon durante le sue visite in Italia e Portogallo, e con Dina Alexander, in Italia e negli USA. A Firenze, lavora in classi di bambini da 0 anni in su, come educatore musicale. Ha vinto, insieme con altri, il premio Buone Pratiche per la prima infanzia, della Regione Toscana. Come formatore insegna in Italia, Brasile, Svizzera, Portogallo e Turchia. Ha collaborato con le Università di Torino, Firenze e Pavia.

Precedente Campus nazionale dei Licei musicali Successivo Una storia dell'educazione musicale

Lascia un commento